Franco Valente

29 febbraio 2012 – A Campobasso si presenta Croci Stazionarie nei luoghi antichi del Molise.

FRANCO VALENTE – Croci Stazionarie nei luoghi antichi del Molise

Franco Valente ripercorre con occhio attento tutti i luoghi del Molise alla ricerca dei significati nascosti delle croci stazionarie, elementi appariscenti della religiosità popolare.
Attraverso l’analisi di 90 croci stazionarie, in gran parte del tutto sconosciute, ricostruisce la storia della croce cristiana. E’ una straordinaria occasione per scoprire la loro complessa  simbologia che caratterizza, con la piccola monumentalità lapidea, una grande quantità di sagrati di chiese molisane.

mercoledì 29 febbraio 2012
Ore 17,00
Sala della Costituzione della Provincia di Campobasso

Interventi
don Michele Tartaglia, biblista.
Arturo Messere, avvocato penalista.
Dante Gentile Lorusso, storico dell’arte.
Franco Valente, autore.
Vincenzo Manocchio, editore.
Coordina
Isabella Astorri SPBC

Cinque anni in giro per il Molise alla ricerca delle Croci Stazionarie sui sagrati delle nostre chiese.

Croci in pietra ora raccolte in un volume di 416 pagine di grande formato (cm. 29,6 x 23,6)
riccamente illustrato (466 immagini).

Regia editore

Cura editoriale
Laura Potito
Antonio Santoriello

Coordinamento organizzativo
Vincenzo Manocchio

Progetto Grafico
Laura Potito

Il prezzo sarà di  Euro 85,00
Il prezzo speciale per la presentazione è di  Euro 59,50

Chi vuole acquistare il libro in questi giorni in offerta speciale può farlo direttamente inviando i propri dati a:

regiaedizioni@virgilio.it

Le spese postali saranno a carico dell’editore

Nelle librerie di Campobasso è già disponibile.
In questi giorni sarà distribuito in tutte le librerie della regione.

Se ti è piaciuto questo articolo forse può interessarti anche:

5 Commenti

  1. Antonella Angiolillo 26 febbraio 2012 at 11:13

    Caro Franco, non posso mancare….naturalmente preparati a farmi una dedica sul libro.
    Antonella

  2. Maurizio 1 marzo 2012 at 22:07

    Una sala gremita per un pubblico attento ed interessato. Franco, nel suo intervento, BREVISSIMO, è stato così chiaro da strappare applausi e qualche BIS!!!!!…….Bello anche l’intervento di Dante Gentile Lo Russo che ha definito Franco, come lo definii io , una figura artistica per la posa di San Pietro………Al prossimo libro con lo stesso successo……….Chi non è venuto ha peccato e San Pietro non aprirà ad egli le porte del Paradiso della Cultura…….

  3. franco valente 1 marzo 2012 at 23:00

    Maurizio…. piano mo’….. Pensiamo ai borghi!

  4. Manfredi de Santis 2 marzo 2012 at 16:13

    Il tuo commento…Parterre de rois – Pubblico delle grandi occasioni – Tribuna degli oratori di assoluto valore. Sarebbe stato imperdonabile non esserci : ma c’ero.E sono particolarmente onorato e fiero di aver portato a lungo la famosa “Nikon” e di aver retto la altrettanto nota scala.Complimenti, Franco, davvero.

  5. AMERICO LUCA CARLONE 23 luglio 2012 at 15:44

    Nel tempio italico di Castel di ieri,nel pavimento della cella centrale c’e un mosaico a forma di quadrato regolare.Ai 4 angoli sono indicati: la croce cristiana; la clessidra in posizione orizzontale; la rosa del venti ed infine la croce rostrata con i rostri in senso antiorario. Ai fini della datazione del tempio, vorrei sapere se la simbologia rappresentata, può dirci qualche cosa di più in considerazione del fatto che mi pare di aver letto qualche riferiment ad un lavoro/libro pubblicato da Franco Valente.
    In attesa di un cenno di riscontro porgo i migliori saluti
    Carlone Americo Luca.

Lascia un commento

*