Franco Valente

Il biennio del liceo classico di Venafro dimostra che il segno di Augusto ancora sopravvive.

03) disegno venafro

Esattamente duemila anni fa, il 14 dopo Cristo, a Nola moriva Cesare Ottaviano Augusto, il primo imperatore romano.

Il 22 maggio 2014 il biennio del liceo ginnasio  Antonio Giordano di Venafro (quarta e quinta ginnasiale) nel bimillenario della morte di Cesare Augusto ha presentato un documentario che sicuramente servirà a far conoscere, con eccezionale sintesi, quanto sia stata grande Venafro al tempo di Augusto e dell’Impero.

 

  03) disegno venafro

Venafro ai tempi di Augusto.

Quantum fuerit ipsa ruina docet.

Il segno di Augusto ancora sopravvive.

 

impero_romano266

Gli avvenimenti storici.

La Colonia Julia Augusta.

L’anfiteatro.

Il teatro.

Gli ulivi e l’olio.

L’acquedotto.

La ruota idraulica.

Le lapidi e le opere d’arte.

La Venere e le altre divinità.

VenereImper8

 

Gli studenti che hanno dato vita al documentario sono:

Renata Cappellari

Fabio Cocozza

Luca Cocozza

Rossella Crispino

Gaia Del Vecchio

Marco Timur Di Amico

Gian Marco Di Cicco

Filomena Giulia Di Fusco

Ilaria Di Mambro

Chiara Giannini

Maria Gori

Valentina Arianna Lonti

Amelia Natale

Emilio Silvestri

Chiara Valvona

 

DSC_7916 copia

Antonietta D’ Appollonio

Sara d’Isanto

Giuseppe Ferri

Lucrezia Ricci

Nadia Ricci

Carolina Riccio

Piergiorgio Verrecchia

 

Montaggio di Enzo Villani

DSC_7913 copia

Alla presentazione del documentario le professoresse Donata Caggiano, referente e Rita Porcelli, coordinatrice erano più emozionate degli studenti.

 

DSC_7870 copia

 

In questi giorni sarà possibile avere copia del DVD in maniera che tutti possano conservare un documento irripetibile, anche per l’eccezionalità della ricorrenza, dell’attività didattica che quest’anno si è sviluppata all’interno del Liceo Classico di Venafro.

Agripa

DSC_7957 copia

DSC_7955 copia

 

Se ti è piaciuto questo articolo forse può interessarti anche:

2 Commenti

  1. capo donatella 25 maggio 2014 at 21:39

    E’ una delle prime volte che ti leggo soddisfatto di qualche cosa! Complimenti agli allievi ed alle Professoresse che hanno valorizzato la propria città natale, di cui tutti dovrebbero andare sempre orgogliosi

  2. Franco Valente 25 maggio 2014 at 21:56

    Donatella, ogni tanto scopro che a Venafro, nonostante una classe politica ignobile, esistono giovani favolosi. E insegnanti altrettanto straordinari.

Lascia un commento

*