Franco Valente

Rubate le formelle dell’Immacolata di Cantalupo.

Cantalupo

La nonna nel congelatore.

Cantalupo

A volte cerco di ragionare sulle finalità di questi ignobili furti e cerco di capire dove vadano a finire le opere rubate.

Se la finalità fosse la loro distruzione sarebbe la dimostrazione di grande imbecillità.

Ma se finissero nella casa di qualche notaio, avvocato, architetto, macellaio, medico o usuraio che ritiene di avere il diritto a collezionare oggetti che non sarebbero mai arrivati per altre vie in casa sua, si tratterebbe anche in questo caso di incapacità a capire il loro valore?

A volte immaginiamo che esista anche uno Stato (Ministero per i Beni Culturali) che sia consapevole del loro valore e si debba impegnare alla loro tutela.

In realtà questo Stato esiste solo nell’immaginario collettivo. I Boiardi dello Stato hanno capito che alla conservazione di queste opere corrisponde semplicemente la conservazione del loro posto. Per essi conservazione dei beni culturali significa semplicemente conservazione cadaverica. E’ una regola con qualche trasgressione.

Come quei poveri cristi che mettono la nonna nel congelatore per non perdere la sua pensione.

http://www.quotidianomolise.com/furto-sacrilego-a-cantalupo/

Se ti è piaciuto questo articolo forse può interessarti anche:

Lascia un commento

*