Franco Valente

Chi buttiamo dalle torri sfregiate del Molise?

TorellaIeri

In meno di 24 ore l’appello per tutelare la torre di Torella è piaciuto a 280 lettori e la pagina di Facebook è stata condivisa da un centinaio di amici.

I FERRI SARANNO TOLTI!


TorellaIeri

SONY DSC

E’ un segno incoraggiante.

Io non so chi abbia messo quegli arnesi su quella torre.

Devo riconoscere che deve essere una persona ragionevole. Con un po’ di ritardo, ma ragionevole se è vero che dopo il casino che abbiamo sollevato su Internet quei ferri saranno tagliati.

E’ un buon risultato perché la nostra protesta ha fatto ragionare e io ringrazio chi ragiona.

Eguale ringraziamento, però, non posso estendere ai responsabili di guasti ormai permanenti ad altre torri molisane.

macchagodena copiaDSC_9147 copia

A Macchiagodena non si riesce a togliere un’assurda corona che è costata 600 milioni di lire (300 mila euro!)

 

Torricella  2006 (6) copia
torricella 2009 (65) copia

A Venafro la Torricella è stata definitivamente distrutta da una mascherata inutile di cemento che ne ha stravisato la consistenza e i lineamenti.

 

ColletortoAnte
ColletortoPost

A Colletorto, una torre che stava in santa pace con i suoi mensoloni che ormai erano diventati elementi caratteristici del paesaggio urbano è stata stravisata da una merlatura inutile e antistorica.

 

Imacon Color Scanner
Roccapipirozzi

A Roccapipirozzi si sperava che un ricco commerciante mettesse riparo all’antico mastio circolare della rocca. Invece pure costui non ha resistito alla sindrome del belvedere e ha applicato un’inutile e antiestetica inferriata che, insieme all’approssimazione della stilatura alle pietre, grida scandalo.

 

Se ti è piaciuto questo articolo forse può interessarti anche:

3 Commenti

  1. donatella capo 1 novembre 2014 at 18:37

    Sono scempi di chi non ha cultura e crede di “innovare”. Sempre un grazie Donatella Capo

  2. carmelo s. fatica 1 novembre 2014 at 19:38

    Non posso fare nomi, sia per la lunghezza sterminata dell’elenco, sia per le rabbiose denunce in agguato. Posso invece liberamente indicare che butterei dalle torri sfregiate del Molise, il mondo attuale: regno della TOTALE disperazione, della superficialità, della mancanza di formazione, dell’assenza della vera TRADIZIONE. Purtroppo è questa la risposta! La società mondiale di oggi è il risultato di questa situazione e quindi produce tutto ciò!
    Carmelo

  3. Alessandra Capocefalo 1 novembre 2014 at 19:55

    Per non parlare di quella del castello di Macchia d’isernia totalmente inguainata nel cemento. ..

Lascia un commento

*